wam

Phos Centro Fotografia Torino, in occasione di Nesxt, ospita una settimana di eventi realizzati da Farmacia Wurmkos.

Farmacia Wurmkos presenta i documenti e le opere di WAM, programma espositivo che ha ospitato gli “amici” di Wurmkos negli spazi della Farmacia.
Tre stanze, tre tavoli su cui sono disposte alcune opere insieme a foto di documentazione, libri d’artista, multipli e modellini. I materiali e le opere sono dispositivi da cui partire per raccontare la nascita e lo sviluppo delle opere e dei progetti. E’ un’esposizione in movimento, alcuni punti sono fermi, altri devono trovare una loro collocazione sotto gli occhi dei presenti, in un’azione performata insieme al pubblico. Ogni tavolo costituisce un tema: la pratica artistica, l’azione politica, i luoghi e l’archivio. Tracce da cui nascono parole e significati correlati tra di loro nella definizione di una mappa teorica e concettuale che a viva voce si insinua tra le opere esposte, enfatizzandone i nessi, le strategie e il senso di praticare l’arte. Mappa e opere convivono, delineando uno spazio da agire con installazioni, suono, performance e laboratori.

Programma

Martedì 30 ottobre: ore 18.00/24.00

Inaugurazione, ore 18.00
Artisti in mostra: Fabrizio Basso, Francesco Bertelè, Stefano Boccalini, Ivo Bonacorsi, Zefferina Castoldi, Andrea Contin, Francesco Dal Bosco, Salvatore Falci, Emilio Fantin, Francesco Garbelli, Mario Gorni, Antonio Guiotto, Antonio Maniscalco, Carrozzeria Margot, Elena Mocchetti, Mauro Panzeri, OsservatorioinOpera (Piero Almeoni, Paola SabattiBassini), Livio Senigalliesi, Iacopo Seri, Stefano Serretta, Roberto Lucca Taroni, Enzo Umbaca, Museo Wunderkammer.

ore 18.00/24.00
Iacopo Seri
, Corso pratico di mitologia dell’arte, performance
La performance attiva gli spettatori che dovranno indossare delle maschere, realizzate dall’artista con il gruppo Wurmkos, su cui sono descritte le modalità d’uso. Lo spettatore è il performer.


Mercoledì 31 ottobre,
ore 16.00/19.30

ore 18.00/19.00
Mario Gorni, ZefferinaCastoldi
, I luoghi e l’archivio, l’esperienza di Careof, incontro pubblico.
Mario Gorni e ZefferinaCastoldi incontrano il pubblico per raccontare l’esperienza dello spazio espositivo Careof e di come si è animata l’idea dell’archivio. Un osservatorio attendibile e privilegiato per uno sguardo completo sulle modalità produttive e sulle ricerche artistiche attuali.


Giovedì 1 novembre,
ore 16.00/24.00

ore 16.00/20.00
Stefano Boccalini, Spread the word
L’artista invita il pubblico a passare dallo Spazio PHOS per partecipare alla realizzazione dell’opera Spread the word. Sarà consegnata una serie di dodici adesivi su cui campeggiano frasi, realizzate insieme al gruppo Wurmkos, attinenti al linguaggio dell’economia.

ore 21.00/23.00
Wurmkos, Partire da due, laboratorio
Partire da due è un laboratorio che vede i partecipanti lavorare tutti insieme alla realizzazione di un ritratto della grandezza del tavolo di lavoro. È un lavoro collettivo, registro di energie differenti che prendono forma attraverso lo scambio.


Venerdì 2 novembre
ore 16.00/24.00

ore 18.00/19.30
Francesco Dal Bosco, Amnesia (I morti ritornano), intervento e proiezione video
Francesco Dal Bosco racconterà al pubblico la genesi e lo sviluppo del video e della sua ricerca artistica dagli anni ’70 in poi. Il video è costituito da campionature di reperti cinematografici e televisivi significativi che hanno caratterizzato gli anni ’60 e ’70 del secolo scorso.

ore 21.00/23.00
PAV Parco Arte Vivente / Educational Art, GiardinoContinuo, laboratorio
GiardinoContinuo è un laboratorio in cui si agisce sul pavimento per creare un giardino visivo fatto di parole e disegni. Un’attività di osservazione estetica e sensibile di specie botaniche di città, catalogate, riprodotte e rielaborate attraverso tecniche di stampa.


Sabato 3 novembre,
ore 16.00/24.00

ore 18.00/19.30
Roberto Lucca Taroni, Sixto / Notes e la ricerca sul suono, intervento e ascolto sonoro
Roberto Lucca Taroni parlerà dell’esperienza di Sixto/Notes, il primo centro d’arte no-profit attivo a Milano dal 1977 al 1981, creato insieme a Luisa Cividin. Per l’occasione sarà possibile ascoltare le opere sonore di: Vito Acconci, Chris Burden, Giuseppe Chiari, Ant Farm, Terry Fox,Art&Language, Akio Suzuki, Lawrence Weiner.

ore21.00/23.00
Patrizio Raso/Baubaus, Quarta stanza, laboratorio
Il laboratorio si articola in due momenti, il primo in un’osservazione intensa delle opere esposte e il secondo in una restituzione a memoria attraverso il disegno. Saranno i partecipanti ad attivare emettere insieme visioni e concetti secondo una personale immaginazione.


Domenica 4 novembre,
ore 12.00/20.00

ore 18.00/19.00
Paolo Mottana, Ipergesto
Paolo Mottana dialogherà con il pubblico sul concetto di ipergesto. Effettuare ipergesti significa connettersi, dilatare il più possibile la risonanza di un atto, in difesa del diritto di esserci. Dalla discussione potrà nascere a chiusura del progetto un ipergesto collettivo.

La mostra è inserita all’interno del circuito di